Cunfruntu tra virsioni di "Miccànica quantìstica"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  6 anni fa
n
nuddu riassuntu dû canciamentu
n
n
Stu principiu dici ca è nun si pò misurari nzemmula la posizzioni e la quantità di motu (<math>p=mv</math>).
 
Nta la miccanica quantistica è, ô cuntrariu dâ miccanica clàssica, impossibili misurari cu la pricisioni ca si voli di posizzioni e di velocità di na particedda e chistu mpediscimpidisci di stabbiliri ca la precisioni ca si voli l'evoluzzioni di nu sistema fìsicu (comu si cridìa ca si putissi fari prima di Heisengerg) ma si pò sapiri sulu li sò probbabbilità di aviri certi configurazzioni. Chistu voli diri ca la prima vota chi misuramu na grannizza di nu sistema fisicu avemu nu valori, la secunna vota ca la misuramu ni putemu aviri n'autru valori e accussì via. Lu valori ca putemu aviri da na misura poti èssiri sulu unu ntra certi valori ca li conti dâ Miccànica quantìstica nni dicunu e ca nta la tiuria si chiamanu autovalori (si misuramu enirgia li chiamamu, pi esempiu, autoenirgii). Si facemu assai misuri di sta grannizza fisica pi nu sistema ca ogni vota parti ntâ stissa manera (ca avi li stissi cunnizzioni niziali) la percentuali di misuri ca avemu pi ogni autovalori possibili pi idda è uguali â probbabbilità.
Accussì videmu ca na grannizza fisica non avi nu sulu valori possibili comu na miccanica clàssica ma ni avi chiossai e nun picchì nuàutri sbagghiamu a misurari picchì chistu è nu probblema di principiu e nun di errori spirimintali.
 
2 127

contributi