San Mamilianu di Palermu

Santu Mamilianu (Palermu, – Munticristu, 480) fu un viscuvu talianu. A cronistoria voli ca fussi statu l'ottavu di viscuvi di Palermu (455-479).

San Mamilianu no quatru di A. Del Vecchio na Catidrali di Palermu

BiugrafiaCancia

Duranti a pirsicuzioni Vandalica (versu l'annu 450) doppu a na pirsicuzioni riliggiusa pi opra di Ariani (o di cocchi viscuvu arianu) fu mannatu in esiliu in Africa, a Cartagini. Appi tanti cumpagni d'esiliu ca camparu cu iddu a vita rimitica e a tradizioni ammuntua: Senzio, parrinu, Eustochiu, Proculu, Golbodeu, e 'nta schiavitù africana si iunceru: Lustru, Vindemiu, Teodosiu, Aureliu, Rusticu, ditti tutti Monaci. U Martirologiu di Patri Basiliani d'Italia e a Bibliuteca di Santi i vonnu di l'Ordini di San Basiliu.

Di dda riscattatu o da pietà di fideli o di cocchi viscuvu africanu (san Paolinu di Nola), s'arritirò nta Sardigna e poi nta una di l'isuli di l'arcipelacu Tuscanu, e campò na vita rimitica e unni pari avissi funnatu tanti munasteri, puru pi monache rimite forsi c'eranu puru Ninfa e Uliva.

Muriu 'ntall'isula di Munti Giovi(ditta poi Munticristu), 'nto un famusu munasteru o abbatia.

Lu cultuCancia

Lu cultu du santu monacu, prisintatu comu viscuvu e martiri di liggenni assai tardivi è strittamenti junciutu ca diffusioni du Vangelu 'nta l'Arcipelagu tuscanu e 'nta vascia Maremma.

Fu unu di primi pridicaturi du Vangelu 'nta Tuscana e puru oj u sò cultu è diffusu 'mmenzu e marinai di l'Arcipelagu tuscanu, spicialmenti all'Elba e o Gighju unni si cci fa a festa u 15 sittembri. È u patrunu principali da Diocesi di Pitigliano - Sovana - Orbetello (GR), e i so Riliquii fuoru purtati nna diversi periodi a Sovana ( nta Cuncatidrali ) a Spuletu, a Roma ('nta Cresia di S. Maria e Munticeddi )e na parti da testa nò 1658, nà Catidrali di Palermu.

Nta Arcidiocesi di Palermu eni fistiggiatu o 16 di giugnu, data du primu ritrovamentu di Riliquii ( pi un'erruri du Mungituri ).A partiri du 1976 è u Patronu sicunnariu di l'Arcidiocesi di Palermu, doppu essiri statu cilibratu comu Patronu Principali du 1625 circa.

BibbliografìaCancia

Ugo Russo, San Mamiliano Vescovo e Martire del V secolo, Evangelizzatore della Toscana, supportu CD, Palermu, 2002